Andrea Cascella

Pescara, 1920 - Milano, 1990

 


Incontro
, 1988

Autore di ceramiche applicate all'architettura nel periodo in cui lavorò col fratello Pietro (Monumento di Auschwitz, 1967, progetto del 1958), ha realizzato sculture in pietra che nascono dalla combinazione a incastro di semplici forme (Arpagone II, 1964, Filadelfia, Miller Collezione).

Pietro è riuscito a conciliare una possente massività con una interna energia che sospinge volumi di un lento, inesorabile, moto di avvicinamento.

 

Ne risultano composizioni polimorfiche di schietto carattere monumentale, anche se spesso di non grandi dimensioni, e di assai complessa e fantasiosa inventività che raggiungono una suprema, "aristocratica" eleganza, anche per il raffinatissimo trattamento delle superfici che, come una pelle splendente, rivestono forme nelle quali l'astrazione assume una purezza e un nitore di gusto classico.

 

É stato presente a grandi rassegne internazionali, tra cui la Biennale di Venezia (premiato nel '64), la Quadriennale di Roma, l'esposizione della collezione Hirshorn al Museo Guggenheim di New York.

 

  Home Su Cascella Pietro

Copyright © Centro Arte 1999-2000