1884

 

1884

In Francia viene legalizzata l'organizzazione sindacale dei lavoratori.

In Olanda sorge l'associazione "Arti et Industriae", che sì propone di coordinare i rapporti tra arte, artigianato e industria.

Arte figurativa:

Organizzano personali a Bruxelles: Rodin, Ashbee, Image, Summer, Morris, Beardsley, Whistler, Liebermann, Khnopff.

Inizia la composizione del ciclo di affreschi della Sala Monumentale Vittorio Emanuele II del Palazzo Pubblico di Siena a opera dei pittori Cesare Maccari (1840-1888), ciclo che documenta efficacemente il gusto retorico della cultura accademica. Famoso e pubblicato su tutti i libri scolastici di storia. L'incontro a Teano tra Vittorio Emanuele II e Giuseppe Garibaldi dì Aldi. Celebri anche le rappresentazioni delle battaglie dì Palestro e di San Martino di Cassioli e del Plebiscito di Roma di Maccari. Il ciclo fu terminato nel 1990.

In Austria Theodor van Hörmann lascia la carriera militare e diviene membro della Kunstlerhaus. Hörmann (1840-1895), già durante la carriera militare sì era dedicato allo studio della pittura, in seguito fece viaggi di studio in Ungheria e visse a Parigi dal 1886 fino ai primi del 1890. Fu, fra i pittori austriaci del tardo secolo XIX, quello che più si avvicinò ai principi dell'impressionismo. Il suo scopo era di fissare l'atomo. A Vienna ebbe difficoltà con la critica e divenne portavoce della giovane generazione d'artisti.

In Inghilterra Edward Coley Burne-Jones dipinge il re Cophetua e la piccola mendicante, 1884, Londra, Tate Gall. Burne-Jones (1833-1898) fu un tardo preraffaellita, che, partendo dell'insegnamento di D.G. Rossetti, ne sviluppò lo stile verso una ulteriore raffinatezza e idealizzazione. Sue tematiche preferite: argomenti religiosi (Adorazione dei magi e dei pastori, 1861-62, Londra, Tate Gall.), leggende medievali (opera già citata) miti classici (Storia dì Pigmaglione, 1869-79, Birmingham, City Mus. and Art Gall.). L'opera di Burne-Jones, depurata dalla sensualità un po' torbida del maestro, conserva quel tanto d'inquietudine che la colloca fra il preraffaellismo e l'arte decadente e simbolista del tardo Ottocento. Soggiornò e lavoro anche in Italia.

Viene edita la rivista "The Hobby Horse". La dirige Arthur Mackmurdo con Herbert  P. Horne (1864-1916), critica d'arte stabilitosi a Firenze nel 1892 che riunì un'importante collezione d'arte in una elegante casa quattrocentesca in via dei Benci, attribuita al Sangallo. La collezione é ora esposta in palazzo della Signoria a Firenze, essendo stata donata allo stato italiano.

La rivista contribuirà in maniera determinante al rinnovamento della impostazione grafica nell'illustrazione del libro. E' la rivista dell'associazione Century Guild.
In Russia Michail Vrubel termina la sua preparazione all'Accademia di Pietroburgo. Sulla sua formazione si innestano suggestioni derivate dalla contemporanea cultura figurativa francese, dal rinascimento veneziano (compie viaggi in Italia nel '76, nel '92 e nel '94), da interessi esoterici e archeologici, dallo studio delle prime icone russe e delle arti decorative. Ai suoi inizi collaborò al restauro della chiesa di San Cirillo a Keiv, componendo anche icone per l'iconostasi. Esegui disegni per sculture e oggetti decorativi per la colonia di Abramtsevo. La sua produzione, inizialmente legata al programma di una nuova arte nazionale religiosa, segna il passaggio nell'arte russa dal realismo al simbolismo collocandosi pienamente nell'ambito del movimento estetico internazionale degli anni Novanta (Demone, 1890, Mosca Gall. Tretjakov). La sua arte fu monumentale e drammatica impregnata da un senso di grandiosa frattura storica. Il suo decorativismo e simbolico - fantastico.

Architettura:

A Milano nasce la Società Generale d'Elettricità che sfrutta il brevetto Edison.
In Austria Ludwig Baumann diviene architetto presso i Krupp a Berndorf dove lavoro fino al 1894, progettando opere di grande significato sul piano dell'artigianato artistico (due monumentali scudi in argento; completo da scrittoio in ora in stile barocca). Baumann (nato in Slesia nel 1854) opera sempre in Austria e in Germania. Fu un approfondito studioso del barocca fece anche esemplari rilievi di monumenti barocchi che pubblicò a Vienna presso A. Schroll in collaborazione con Bressler. Come architetto privato fece un gran numero di progettazioni, fra le sue opere di eccellente valore vi sono, sempre a Vienna, la Casa Hiller in stile moderno classicheggiante, otto monumentali costruzioni per il giubileo al Prater nel 1889 (la modernissima Urania, la Jugendhalle di ispirazione gotica e il Padiglione dell'istruzione di forme anticheggianti) che gli diedero grande fama. Costruì per l'esposizione di Parigi del 1900 la famosa Reichshaus barocca. Tra il 1902 e il 1904 creò la sontuosa costruzione barocca della Konsularakademie regia-imperiale a Vienna, nel 1906-1906 il castello inglese dì Almàssy e Garàni in Ungheria e moltissime altre ancora.

In Inghilterra Arthur Heygate Mackmurdo (1851-1942), architetto e designer, amico di Ruskin, nel 1882 fondo la Century Guild, associazione di artigiani e designers che si proponeva, come la Arts and Crafts, la riqualificazione dell'oggetto d'uso. Tra le sue opere, oltre a una serie di decorazioni e disegni di gusto preraffaellita per carte da parati, stoffe, oggetti d'arredamento e soprammobili, vanno ricordate due case a Bush Hill Park, Enfield (1873-83); si staccano dall'architettura tradizionale delle case di campagna inglesi perché sottolineano le linee e i ricorsi orizzontali. A Londra, inoltre, Mampes House (1899), con finestre a nastro verticale, e il Savoy Hotel (1899), progettato in collaborazione con H. Horns.

Muore Federico Felz (1821-1884), l'architetto più insigne del romanticismo nazionale ungherese, nella cui opera si mescolano elementi musulmani e medievali; autore del Ridotto di Pest (il cosiddetto Vigadò, 1859-1864), nel cui complesso egli tenta di cercare soluzioni nuove, ma nel contempo caratteristicamente nazionali.

Viene ultimata la costruzione del Teatro Nazionale (Narodni divaldo) a Praga iniziata nel 1868. La progettazione fu di Josef Zitex (1832-1909) che lavorò soprattutto in stile neo-rinascimentale come Antonin Barvitius (1823-1901). Anche il parlamento di Praga fu progettato da Zitex che, inoltre, insieme a Josef Schulz lavorò al Rodolfinum (Casa degli Artisti) sempre nel 1884. Josef Schulz (1840-1917) progettò anche il Museo Nazionale (1884-1891). Pressappoco in questo periodo lavorò anche l'architetto A. Wiechl che si ispirò al folklore locale.

Musica:

Jules Frédéric Massenet compone il suo capolavoro: l'opera lirica Manon, libretto di H. Meilhac e Ph. Gille dal romanzo di A. E. Prevost. Massenet (1842-1912) ultimo dei 21 figli di un ex ufficiale dell'esercito napoleonico, iniziò gli studi con la madre pianista e si iscrisse al conservatorio di Parigi a 11 anni. Nel 1862 vinse il Grand Prix de Rome. Cominciò ad acquistare fama come autore di brani sinfonici e da camera, finche nel 1867 fu eseguita all'Opera-Comique La Grand'tante che fu il primo di una lunga serie di lavori teatrali che ebbe le sue punte massime in Manon, in Werther (libretto di E. Blau, P. Milliet e G. Hartmann del romanzo di Goethe), la cui prima rappresentazione fu messa in scena a Vienna nel 1892 e in Thais (libretto di L. Gallet dal romanzo di A. France).

 

Home Su 1885

Copyright © Centro Arte 1999-2000