de Chavannes P P

 

de Chevannes Pierre Puvis
Lione, 1824 - Parigi, 1898

 

 

Pittore francese

Nacque a Lione nel 1824 e morì a Parigi nel 1898, fu un pittore francese.
 


Studio di quattro figure, 1863
matita sanguigna  e tempera bianca su carta crema, Musée d'Orsay, Parigi

Ragazze al mare, 1879
Musée d'Orsay, Parigi

Ragazza nel bosco

Pescatore

A Parigi studiò per breve tempo con i pittori Eugène Delacroix e Thomas Couture. Nel 1861 espose Guerra e Pace, due composizioni murali che segnarono il suo distacco dall’impressionismo.
Durante la maggior parte della sua carriera si occupò di importanti pitture murali per palazzi pubblici francesi, ma ebbe commissioni anche negli Stati Uniti.

 

 

Ignorò il predominante interesse per il realismo e preferì sempre soggetti allegorici, forme neoclassiche e colori attenuati, che attirarono su di lui l'attenzione del nascente simbolismo.


Influenzato soprattutto da Chassériau, si dedicò alla grande pittura decorativa. Citiamo fra le sue opere, caratterizzate dalla chiarezza del simbolo, dall'equilibrio della composizione e dalla delicatezza cromatica: Concordia et bellum; Ave Picardia nutrix; Marsiglia colonia greca e Marsiglia porta dell'Oriente; il trittico Visione antica, Il bosco sacro caro alle Arti e alle Muse e l'Ispirazione cristiana; Inter Artes et Naturam, grandi composizioni acquistate da varie città francesi. Puvis de Chevannes dipinse anche diversi quadri di cavalletto: L'autunno, Povero pescatore, Il sonno.

 

All'indomani della crisi seguita alla guerra franco-prussiana, e all'esperienza della comune, il profondo bisogno di pacificazione per Puvis de Chavannes si esprime con un recupero di un classicismo che assume un configurazione atemporale e fuori dallo spazio. La sua opera maggiore "Fanciulle in riva al mare" 1879 impostata su una composizione architettonica in grande scala assume un nuovo e più profondo significato.

L'espressione rassegnata o melanconica delle fanciulle è lontana dalle opere realistiche manierate dell'art pompier o dai significati reconditi della magniloquenza della scuola accademica.

 

Home Su de Chirico Giorgio

Copyright © Centro Arte 1999-2000