Pietro Bracci
1700-1773

Il Bracci, l'autore del Nettuno e dei tritoni per la Fontana di Trevi, è uno dei massimi, se non il più grande, degli scultori del Settecento, figura di primo piano dell'ambiente artistico romano del suo secolo.

Tra le sue più felici creazioni sono da ricordare le statue del papa e della Purità nella tomba di Benedetto XIII in Santa Maria sopra Minerva e la tomba di Benedetto XIV  in San Pietro, eseguita con la collaborazione del suo allievo Gaspare Sibilia (1759). Ma in San Pietro è da ammirare soprattutto il monumento a Maria Clementina Sobieski, moglie di Giacomo III Stuart (1742), in marmo, alabastro e bronzo, dove l'immagine della defunta è raffigurata a mosaico (di Paolo Cristofari) in un ovale sostenuto da un angioletto mentre altri due in basso sorreggono volando la corona e lo scettro regale.

 

Nella figura della Carità che, recando nella mano tesa un cuore ardente, siede bianca su un gran drappo di alabastro rosa che parzialmente ricopre il sarcofago l'enfatica agitazione dei panneggi degli ultimi berniniani si mitiga e trapassa in duttile levità di soluzioni plastiche.

 

Home Su Brancusi Constantin

Copyright © Centro Arte 1999-2000