Van Eyck Jan

Jan Van Eyck

Pittore fiammingo nacque non si sa bene dove nel 1390 circa e morý a Bruges nel 1444. Fu all'Aia dal 1422 al 1424, al servizio di Giovanni di Baviera conte di Olanda. A questo periodo risalgono le sette pagine miniate delle Ore di Torino, di cui quattro andarono distrutte nell'incendio della biblioteca nazionale (1904), mentre le tre rimanenti si trovano tuttora nel museo civico.
 


il fidanzamento di Arnolfini
National Gallery, Londra1 434

Madonna con il canonico Van der Paele
Museo communale des beaux-arts, Bruges

Santa Barbara 1437
Museo des Beaux-Arts, Antwerp

Nel 1425 Jan pass˛ alla Lille al servizio del duca di Borgogna , Filippo il buono , del quale fu non solo pittore ufficiale ma anche intimo amico, consigliere e agente segreto.
Si sa di due missioni all'estero, nel 1426 e nel 1428.9, quest'ultima in Portogallo per trattare il matrimonio della figlia del re con il duca, e che determin˛ l'inizio della profonda influenza dell'arte fiamminga su quella Portoghese.

 

 


Nel 1430 , si stabilý a Bruges, dove rimase fino alla morte. Attribuibile a prima del 1432 e' il nucleo di dipinti che mostra giÓ la piena maturitÓ del pittore (Madonna in chiesa, 1425-1427).

 


la Vergine del cancelliere Rolin
Museo del Louvre, Parigi

Crocifissione e Giudizio Universale 1425-1430
Metropolitan Museum of Art, New York

San Girolamo nel suo studio 1430
The Detroit Institute for Arts, Detroit

Le opere firmate che ci rimangono, circa una decina , includono i coniugi Arnolfini (1434, Londra, National Gallery), la madonna del cancelliere Rolin (1433, Parigi, Louvre) , la Madonna di Lucca (1436, Francoforte, Stadelsches Kunstinstitut), la scultorea Madonna del canonico van der Paele (1436) per finire con la ritrattistica. Anche in questa rivoluzion˛ l'impianto tradizionale, portando attenzione tutta sul volto del modello: il Timoteo, l'uomo col turbante rosso, Jan de Leeuw, la moglie Margaretha van Eyck.

 

 

 
L'influenza dell'opera  di Jan van Eyck fu vastissima non solo in patria ma anche in Italia soprattutto attraverso Antonello da Messina nella penisola Iberica tramite Dalmau e nell'area tedesca.

 

Home Su Van Gogh Vincent

Copyright ę Centro Arte 1999-2000