Stoldo Lorenzi
Settignano, Firenze, 1534 - Pisa, 1583
 

Di formazione manierista, risentì soprattutto l'influenza di Giambologna e del Tribolo, da cui dipendono la slanciata eleganza e la schietta naturalezza di opere come la Fontana di Nettuno per il Giardino di Boboli a Firenze (1565-68) e l'Angelo reggicandelabro in bronzo per la Cattedrale di Pisa (1583), il suo capolavoro per la snodata levità della posa e per la sofisticata eleganza della sua interpretazione lineare plastica del Giambologna.

Fontana Nettuno
 Fontana di Nettuno
Firenze, Giardino di Boboli

 Angelo reggicandelabro
Pisa, Duomo, 1583

A Milano collaborò alla decorazione plastica della facciata di Santa Maria presso San Celso (1573-82).

 

Home Su Lorito Franco

Copyright © Centro Arte 1999-2000