Leonardo da Vinci

 

Leonardo Da Vinci

Leonardo nasce a Vinci il 15 aprile 1452. Figlio naturale del notaio Piero di Antonio, a 17 anni nel 1469 entra nella bottega di Andrea del Verrocchio, suo primo maestro, presso il quale apprende e sperimenta diverse tecniche artistiche. Entra nel 1472 a far parte della corporazione dei pittori della Compagnia di san Luca. Esegue nel 1473 il primo disegno conosciuto: La valle dell’Arno. Dipinge nel 1475, un angelo del Battesimo di Cristo del Verrocchio. Dipinge nel 1477 l’Annunciazione.


Madonna col Bambino
(Madonna del garofano) 1474-78
Pinacoteca di Monaco di Baviera

Uomo vitruviano 1490
tecnica mista su carta, cm. 34x24
Gallerie dell'Accademia, Venezia

Madonna con San Giovannino
il Bambino e un Angelo
(la Vergine delle rocce) 1483
verso la fine del sec. XVIII
Museo del Louvre, Parigi

Cenacolo 1495-1498
refettorio di Santa Maria delle Grazie, Milano

Gioconda
1503-1504 e 1510-1515
Museo del Louvre, Parigi

Nel 1478 è l’importante commissione per la pala d’altare per la cappella di san Bernardo nel Palazzo della Signoria e qualche anno dopo inizia a lavorare per Lorenzo dei Medici. Nel 1478, Ritratto di Ginevra  de’Benci.

Dipinge nel 1481 il San Gerolamo e l’Adorazione dei Magi.

Nel 1482 l’artista si trasferisce a Milano lasciando incompiuta l’Adorazione dei Magi che gli era stata commessa l’anno precedente dai monaci di san Domenico a Scopeto.
 

 

 

A Milano, dove trascorre quasi un ventennio al servizio di Ludovico il Moro, la sua attività procede alacremente: si impegna ad eseguire La Vergine delle Rocce per la Confraternita della Concezione, esegue alcuni progetti per il Duomo di Milano, realizza gli apparati provvisori per le nozze di Giangaleazzo Sforza ed Isabella d’Aragona.
Lascia Firenze per Milano nel 1482/3, al servizio di Ludovico Sforza.
Dipinge nel 1483/6 la Vergine delle rocce. Inizia nel 1486 a interessarsi al volo umano. Disegni nel 1488/9 di anatomia nei manoscritti. Disegna nel 1492 una macchina volante. Lavora nel 1493 alla gigantesca statua equestre di Francesco Sforza. Studi sulla resistenza di diversi tipi di arcate nel 1494. La seconda Vergine delle rocce nel 1494.


Autoritratto 1515-1516
sanguigna su carta
Biblioteca Reale, Torino


Donna con ermellino


Angeli, Particolare

balestra.jpg (56420 byte)
Studi sulla balestra

 

Inizia nel 1495 il Cenacolo che termina entro il 1497, la decorazione dei camerini e della Sala d’Asse nel Castello Sforzesco; in qualità di ingegnere ducale progetta lavori di idraulica, d’architettura e di urbanistica.

L’ultima cena
nel 1495.

 

Incontra nel 1946 Luca Pacioli, insigne matematico, con il quale studia Euclide. La Vergine, Sant’Anna e il Bambino nel 1499.

 

 

Lascia Milano nel 1499, alla caduta dello Sforza, per tornare a Firenze, passando per Mantova e a Venezia nel 1500, dove esegue due ritratti di Isabelle d’Este.

Cesare Borgia assume Leonardo nel 1502 come ingegnere militare.

 

Progetta macchine belliche e disegna mappe topografiche nel 1502/3. Nel 1503 dipinge a Firenze la celeberrima Gioconda e la Leda e riceve dalla Signoria l’incarico di dipingere la Battaglia di Anghiari, dipinto che rovinò ancor prima di essere condotto a termine, ma che fu definito da Cellini la scuola del mondo.

Nel 1505 studi sul volo degli uccelli, lunule, quadratura del cerchio, macchine per volare. Studi sugli elementi fluidi: acqua, aria, fuoco nel 1506/8. Tra il 1506 ed il 1508 si alternano i soggiorni dell’artista a Firenze e Milano.

 


Dipinge la Sant’Anna nel 1509. Assidue ricerche anatomiche nel 1510. Nel 1513 da Milano si reca per tre anni a Roma (sperando nelle protezione di Leone X, nuovo papa), dove lo attende Giuliano dei Medici che lo ospita in Vaticano, nel Belvedere: in questo periodo Leonardo si occupa soprattutto di studi matematici e scientifici.

 

 


Sant'Anna, la Madonna e il Bambino
con un agnello 1510
olio su tavola
Museo del Louvre, Parigi
madonna  vinci22.jpg (104424 byte)
Madonna con bambino

Giovanni Battista 1513-1516
Museo del Louvre, Parigi

 

Costruisce un leone meccanico per l’incoronazione di Francesco I, re di Francia nel 1515. Autoritratto nel 1515.

Va in Francia nel 1516, ad Amboise, alla corte di Francesco I.

Progetta un palazzo a Romorantin nel 1517.

 

Nel 1517 si trasferisce ad Amboise ospite della splendida corte di Francesco I di Francia che lo copre di ogni onore lasciandogli assoluta libertà nelle sue ricerche.

Due anni dopo il suo arrivo in Francia Leonardo muore all’età di 67 anni.

 
Sebbene l’attività di pittore di Leonardo sia stata esigua, amplissimo fu il campo d’azione della sua attività speculativa che si incentrò soprattutto sul rapporto tra le diverse arti e sull’indagine della causa dei fenomeni naturali, indagine perseguita attraverso innumerevoli studi e disegni ora raccolti in cosiddetti Codici fra cui il Codice Atlantico conservato alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano, il Codice Arundel conservato al British Museum ed il Codice sul volo degli uccelli conservato nella Biblioteca Reale di Torino.

Home Su Sol Lewitt
 

Copyright © Centro Arte 1999-2000