Desiderio da Settignano
Settignano, Firenze, 1430 ca - Firenze 1464.
 

Iscritto dal 1453 all'arte dei maestri di pietra e legname, nel 1457 aveva bottega insieme al fratello Geri presso il ponte di Santa Trinità; si affermò subito, giovanissimo, e godette di gran fama già in vita. Opere come il Fregio di teste di putti all'esterno della Cappella Pazzi a Firenze, o il San Giovannino a bassorilievo del Bargello, o una graziosa Madonna nella Galleria Sabauda a Torino sono già emblematiche del suo stile «di grazia grandissima e leggiadria» (Vasari).
 

Poco dopo il 1453 iniziò il monumento Marsuppini in Santa Croce, che, riprendendo quello Bruni di B. Rossellino, sposta però l'accento dal monumentale umanistico alla squisitezza decorativa e al virtuosismo esecutivo.

 


Firenze
Santa Croce, 1453

Firenze
San Lorenzo, 1461

Busto di giovane
Firenze, Bargello


Desiderio è artista sottilissimo nello «stiacciato» (esemplare il prospettico Tabernacolo del Sacramento, 1461, a San Lorenzo di Firenze), di raffinato e melodioso linearismo nei bassorilievi (Madonna Panciatichi al Bargello, opera tarda), e delicato ritrattista di fanciulli e di donne (Busto di giovane e Busto di gentildonna al Bargello).

 

 

Vasari ricorda un suo Ritratto di Marietta Strozzi, che si è tentato di identificare con il busto alla Pierpont Morgan Library di New York, proveniente da casa Strozzi, o con il busto del Mus. di Berlino.

 


Busto di gentildonna
Firenze, Bargello

Marietta Strozzi
forse Berlino

San Girolamo penitente
National Gallery of Art, Washington

Il dinamismo lineare si accentua nell'opera più tarda, nei due Divini fanciulli del Louvre e nel patetico San Girolamo penitente della National Gallery di Washington.

Madonne in rilievo eseguite da Desiderio, riprodotte a stucco e colorate da pittori come Neri di Bicci, furono molto diffuse a Firenze.

Desiderio è uno dei principali scultori fiorentini del rinascimento: sviluppò una originale ricerca di levità plastica, chiaroscurale e luministica, e di tenerezza psicologica, che si allontana dall'eroicità di Donatello.

 

 

Home Su Da Trani Barisano

Copyright © Centro Arte 1999-2000