1890

 

1890

Dimissioni di Bismarck, in urto con il sovrano. Viene abrogata la legge contra i socialisti.
Viene creata con regia decreto a colonia italiana dell’Eritrea.
L'inglese Cecil Rhodes è prima ministro della Colonia del Capo. Grazie alla sua politica la Gran Bretagna conquista, in sei anni, tutti gli Stati Boeri dell’Africa del Sud. Alla fine dell’anno viene costituito il partito socialdemocratico ungherese.
Nasce il movimento dei "Giovani Cechi", capeggiato da Jan Masaryk, che vuole riaffermare i diritti della nazionalità boema.

Arte figurativa:

Circa dal 1890 nasce a Bruxelles la rivista "l‘Art et l’ldée". Rivista cui dette vita Jean Deiville: pittore, scultore, animatore culturale.

Muore il pittore italiano Girolamo Induno (1827-1890), fratello di Domenico Induno. Fu patriota e garibaldino, prese parte alla difesa di Roma del 1849. Dopo una prima esperienza di pittura accademica settecentesca passò alla pittura di genere con argomento patriottico (La partenza da Quarto) con scene di vita familiare (La partita a scacchi). Ritrasse personaggi illustri, Vittorio Emanuele II, Garibaldi, Mazzini.

Willem Dijsselhof progetta a elegante Stanza Dijsselhof, ora al Gemente Museet dell’Aja, verrà considerato uno degli arredatori più significativi del periodo.

Ha inizio in Ungheria, prevalentemente in questo periodo, l‘influenza dell’Art Nouveau sull’architettura e sulle arti figurative. Iniziano le tendenze antieclettiche e antiaccademiche e l’arte impressionista raggiunge una buona diffusione.

L’impressionismo compare nella pittura polacca con Wladislaw Pdkonwinski (1866-1895, con Jozef Pankiewicz (1866, Parigi 1942) e con Leon Wyczolowki (1852-1936).

Altri pittori d’impostazione realistica si riallacciarono alle esperienze impressionistiche tra questi: Julian Falat (1853-1929) e Jan Stanislawki (1860-1907); lo stesso Leon Wyczolkowski era partito da tendenze realistiche.

Tendenze impressionistiche apparvero nella scultura con Antoni Lapla (seconda metà del secolo XIX) e con Stanislaw Ostrowki (1879-1947) che fu anche pittore.

Architettura:

Ai Giardini Pubblici di Milano viene costruito il Museo di Storia Naturale, su progetto di Giovanni Cerutti (1842-1907), architetto e ingegnere seguace del filone di gusto neoromanico come dimostra l'edificio del Museo sopracitato. Progettò anche gli edifici dell'Esposizione Nazionale di Milano del 1881.

Il ceco Heinrich Goldemund entra nell'Ufficio per l'edilizia urbana di Vienna, collaborando all'elaborazione del piano regolatore della città.

Goldemund (1863-1947), nato in Moravia a Kojetin, operò quasi sempre in Austria. Nel 1902 divenne direttore dell'Ufficio cittadino per la regolamentazione dei giardini della città di Vienna e nel 1913 fu nominato direttore dell'Edilizia urbana. Si occupò in particolare, della manutenzione e dell'ampliamento delle zone verdi della città. Elaborò il progetto per la cintura di boschi e prati e il piano per la costruzione della Wiener Hohenstrasse. A lui si deve l'ampliamento del parco Turkenschantz.

Musica:

Il compositore lucchese Alfredo Catalani (1854-1893) rifà Elda, rappresentata nel 1880 al Regio Teatro di Torino, che diventa Loreley e che fu considerata una tappa essenziale nella produzione del compositore. Catalani succedette a Ponchielli nel 1886, come insegnante di composizione al Conservatorio di Milano.

Pietro Mascagni (1863-1945), al Teatro Costanzi di Roma (17-5), ottiene un travolgente successo con Cavalleria Rusticana (atto unico.)

Viene pubblicata in Inghilterra la prima moderna enciclopedia della musica.

 

Home Su 1891

Copyright © Centro Arte 1999-2000