1887

 

1887

In Italia si forma il primo governo di Francesco Crispi che farà una politica colonialistica e protezionistica. Le truppe di Ras Alula (1847-1907) a Dogali sterminano un contingente di 500 italiani.
In Inghilterra "Uno studio in rosso" di Arthur Conan Doyle (1859-1930) presenta per la prima volta il personaggio del detective Sherlock Holmes.

Arte figurativa:

Paul Gauguin lascia la Francia per recarsi a Panama e nella Martinica. Ritornerà per brevi periodi in patria, ma il suo desiderio di evasione lo spingerà di nuovo verso Tahiti e le isole Marchesi.

Gauguin (1848-1903) trascorse la prima infanzia in Perù. Tornato in Francia frequentò le scuole a Orleans e a Parigi e nel 1865 si arruolò come cadetto di marina. Dopo cinque anni di mare s'impiegò come agente di cambio, ma nello stesso tempo si dedicava alla pittura come "pittore della domenica". Fu in rapporti con Pissarro e espose con gli impressionisti. Nel 1883 abbandonò l'impiego; aggravandosi problemi economici e famigliari fu preso dal desiderio di evadere, che non l'avrebbe più lasciato, facendogli compiere moltissimi viaggi e che l'avrebbe portato a morire alle Isole Marchesi. La sua pittura più che un primitivismo fu un esotismo colto ed eclettico. Egli raccolse fotografie dei maggiori musei e studio la pittura dei maggiori artisti riuscendo cosi a dipingere in Bretagna La donna caraibica (1889) e alle Marchesi quadri fitti di riminiscenze europee. All'origine dello stile di Gauguin sembrano esservi il primitivismo espressivo del calvari bretoni, i colori piatti e squillanti delle vetrate insieme al gusto per l'arte giapponese. Questo stile definito "sintetismo" già si ha "La visione dopo il sermone" (1888, Edimburgo, Nat. Gall.), esempio di un'arte "idealista, simbolica, sintetica, soggettiva e decorativa". La pittura di Gauguin poggia su una straordinaria ricchezza figurativa e su inedite soluzioni formali: disarticolazione delle immagini, rottura dei piani, scomposizione ritmica dei motivi, tinte piatte e contrastanti, tutti elementi che influenzeranno lo sviluppo del simbolismo e dell'espressionismo e che prefigurano l'estetica del collage.
In Belgio ancora personali di Seurat, Pissarro, Morisot, Toulouse-Lautrec e Signac.
In Italia muore il pittore Giacomo Favretto a soli trentott'anni. Fu attivo soprattutto a Venezia, influenzato dalla pittura del Guardi all'inizio, passando poi alla pittura di genere con temi di vita veneziana borghese e popolare. Noti i dipinti: La lezione di anatomia, Scuola di pittura.

Il pittore-scultore Ettore Tito sì afferma con il quadro Pescheria, Vecchia (Roma, Gall. Naz. d'Arte Mod.). Tito (1859-1941) fu colorista brillante, illustrò aspetti pittoreschi della vita veneziana. Eseguì ritratti e paesaggi. Fu anche affreschista: dipinse il soffitto della chiesa degli Scalzi (Venezia, 1933) in sostituzione degli affreschi del Tiepolo andati distrutti in un bombardamento nel 1915.

In Inghilterra lo scultore Alfred Gilbert inizia, la terminerà nel 1893, la Shaftesbury Memorial Fountain in Piccadilly Circus; esempio un po' esuberante dell'ornamentazione plastica dell'Art Nouveau. Gilbert (1854-1934) visse alcuni anni a Roma dove venne influenzato dalla scultura rinascimentale, soprattutto dal Cellini. Altro suo monumento famoso è quello dedicato alla regina Vittoria e Marlborough House (1926-32). E' anche noto per disegni di ricchi gioielli figurativi; si ricorda un centro da tavola per la regina Vittoria (1887).

Muore il pittore paesaggista ungherese Geza Meszoly (1844-1887) che, nonostante la sua lunga permanenza a Monaco, lavoro in collegamento con il romanticismo ungherese. Il movimento romantico ungherese fu strettamente unito al risveglio della coscienza nazionale. I migliori suoi esponenti furono Vittorio Madaraz (1830-1917) attivo soprattutto a Parigi e Michele Zichy (1827-1906).

La scuola d'arte applicata per le lavorazioni in ottone, incisioni e lavorazioni in bronzo di Gablonz (Jablonec, Cecoslovacchia) viene elevata al rango di "Scuola specializzata per I'industria della chincaglieria". La scuola comprendeva le sezioni di incisioni in metallo e cesellatura, di oreficeria, di disegno e pittura decorativa, di ceramica e dì pittura ad olio. Nel 1886 fu introdotta anche la tecnica della pittura "Limoges". La lavorazione del legno era insegnata nella scuola complementare che comprendeva corso per falegnami e carpentieri. Dal 1899 al 1904 fu direttore della scuola il pittore Arthur Kock. Con lui collaborarono altre personalità di rilievo come il pittore Ernst Wanzel, il creatore di medaglie Karl Pugl, l'incisore e cesellatore August Hammer, l'incisore Rudolf Zitte. L'alto livello della scuola e la sua versatilità furono di grande importanza per I'industria locale: nei corsi di specializzazione per chi già esercitava un mestiere gli artigiani potevano imparare nuove tecniche.

Nel 1900 la scuola partecipò all'Esposizione Mondiale di Parigi. Maria Kirschner (1852-1931) sì trasferisce a Berlino dove esegue numerosi lavori d'arte applicata. Dal 1903 lavora per la ditta Loetz'Witwe.

Architettura:

E' sancita la separazione della laurea in Ingegneria Civile da quella di Architettura. A Roma si costruisce la Chiesa dì Sant'Anselmo sull'Aventino su progetto di Virgilio Vespignani (1808-1892), fu architetto capo del Comune dì Roma e, dal 1874, presidente dell'Accademia di San Luca. Sono opera sua anche la facciata di Porta Pia a Homa e il Teatro di Viterbo. Fu di tendenze neorinascimentali.

In Austria Max Ferstel (nato nel 1859), pubblica Einiges uber die Holzarchitektur des Mosoltales ("Notizie sull'architettura in legno della valle della Mosella"), difatti fu famoso anche come saggista oltre che come architetto. Fu libero professionista e docente dì storia dell'architettura medievale alla Tecniche Hochscule a Vienna. Fra le sue opere sono da ricordare le chiese da Fahrafeld, Ercsi e Belatincz (Ungheria), le cappelle a Grinzing, nei dintorni di Vienna, ad Alternberg sul Danubio, oltre ai municipi di Witkowit (Moravia) e Pettau (Stiria), e ville, edifici. commerciali e privati ecc.

Julius Dipinge, (nato nel 1852), fu libero professionista nel 1883 e nel 1887 e 1888 diresse i lavoro di restauro della Kunstlerhaus, nel 1895 costruì la Casa Jasper (Fognasse) e la Casa Machi (Jacquing, 23). Negli ultimi anni lavorò in collaborazione con il figlio Wunibald costruendo, tra gli altri, la nuova Handelsakademie nella Hamerlingplatz e l'istituto professionale chimico-tecnico del XVII distretto dì Vienna.

Musica:

Grande successo a Milano dell'opera "Otello" musicata da Verdi su libretto di Arrigo Boito. L'interprete e il tenore torinese Francesco Tamagno (1850-1905). Victorien Sardou, drammaturgo francese (1831-1908), rappresenta il dramma Tosco, da cui sarà tratta l'opera di Puccini.

Cesar Franck compone il poema sinfonico Psyche, una Belle sue opere migliori. Franck (1822-1890), belga naturalizzato francese, fu geniale compositore e grande organista. Il padre Nicolas Joseph iscrisse tutti e due i figli al conservatorio di Ligi sperando di farne dei virtuosi di pianoforte in grado di guadagnare parecchio. Cesar nel 1834 vinse il primo premio in pianoforte e il padre senza attendere oltre gli organizzò il primo giro di concerti. In seguito studio pianoforte e composizione al conservatorio di Parigi e sempre a Parigi entrò anche nel corso d'organo di F. Benoist. Nel 1872 venne chiamato a succedere a Benoist nella direzione del corso d'organo del Conservatorio. Di questo corso egli fece un centro culturale e per 18 anni lavorò circondato da molti allievi. Altre sue opere famose sono 3 Chorals per organo (1890), 4 poemi sinfonici per orchestra (Les Eolides, Les Djinns, Le Chasseur e Psyche), una sinfonia. Scrisse inoltre pezzi per pianoforte e Musica sacra (Messy a 3 voci).

In Austria Hugo Wolf compone Serenata in sol, per quartetto, denominata nel 1890 Italienische Serenade. Wolf (1860-1903), nel 1875 entrò come allievo regolare presso il Conservatorio di Vienna, dal quale venne però respinto a causa di un equivoco, dopo soli due anni di studio. Visse quasi sempre a Vienna nel più feroce squallore bohemien, esercitando la critica musicale sul "Salonblatt" un settimanale motto mondano su cui il musicista scrisse entusiastici elogi e feroci stroncature, divenute memorabili. Compose l'opera lirica Der Corregidor, ma la sua maggiore produzione fu di Lieder, composti con grande bravura, paragonabili a quelli di Schubert, Schumann e Brahms. Passo gli ultimi cinque anni della sua vita in un nosocomio colpito da paralisi progressiva mentale, in un totale obnubilamento con solo alcune brevissime schiarite.

In Inghilterra Charles Villiers Stanford viene nominato Professore all'Università di Cambridge. Stanford (1852-1924) nacque a Dublino, ma visse e lavorò a Londra. Fu un infaticabile animatore della vita musicale inglese e quotatissimo insegnante. Come compositore attinse al patrimonio musicale della sua Irlanda, ma non trascurando la musica popolare inglese. Diede così origine a uno stile personale, di stretta impronta romantico-nazionale. La sua produzione e poco nota fuori dall'Inghilterra.

Il polacco Ignacy Jan Paderewski dà inizio alla sua brillante carriera di concertista come pianista accompagnando a Vienna Pauline Lucca. Paderewski fu pianista e compositore. Studio al conservatorio di Varsavia e quivi divenne insegnante di pianoforte. Perfezionò in seguito i suoi studi di 1887 composizione e di pianoforte a Berlino e a Vienna, diede concerti a Parigi, a Londra in America e in tutti i maggiori centri del mondo. Dal 1909 diresse il conservatorio di Varsavia, ma nel 1913 si stabilì negli Stati Uniti dove tenne concerti a beneficio del popolo polacco. Nel 1919 fu primo presidente del consiglio della Repubblica Polacca, prese parte alla conferenza di Versailles. Nel 1939 fece parte del governo polacco a Parigi e net 1940 ritornò negli Stati Uniti alla ricerca di aiuti per la causa polacca. Fu grande interprete di Chopin e uno dei pianisti più popolari della sua epoca. Ebbe notevole fama anche come compositore. La sua composizione più conosciuta e il Minuetto (dalle 6 Humoresques per pianoforte).

 

Home Su 1888

Copyright © Centro Arte 1999-2000